.

.

martedì 8 novembre 2016

Arbitrio




Ci siamo detti addio mille e mille volte
Ci siamo detti
prima con parole
poi con silenzio
Ci siamo detti,
giustificati,
giusto il tempo di 
un addio
Ci siamo detti
e ancora prima, 
dentro.
Ci siamo detti
a voce bassa,
dentro.
CI siamo confessati. 
Ci siamo detti
Assolti?
Mai.
Senza riuscire a terminare il rosario.
Ad ogni grano,
una stazione.
Ma
siamo sempre stati pronti.
Stessa fermata
per poi prendere quel treno senza perdere la litania.
Senza prenderlo mai, davvero.
Ci siamo detti.
Ad ogni grano,
una stazione.
Unica corsia
Unico binario
Ci siamo detti
Assolti?
inevitabile.
Ci siamo detti 
di un bagaglio 
senza peso
di biglietto 
senza data.
Ad ogni grano, 
una stazione.
Quella sola.
Ci siamo detti
Questo a Dio
Non piacerà.

Attendere che la monetina volteggi.
Tendere la mano:

Addio, per la testa
E tu il mio treno.

Che ricada,
serrare le dita;

Addio, per la croce.
E io il tuo passeggero.

Arbitrio 

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget